Category Archives: Burlesque

SPEDIZIONE “PENITIVA”
Cazzi&Lazzi “Bad” carpet o carpe diem? Venezia, allegria alla Mostra del Cinema
(e dei cine-culi in bella mostra): Stoya c’è!

SPEDIZIONE “PENITIVA”
Cazzi&Lazzi “Bad” carpet o carpe diem? Venezia, allegria alla Mostra del Cinema
(e dei cine-culi in bella mostra): Stoya c’è!


stoya piccola

Standing “ovaian” ALLA MOSTRA VENEZIANA È SBARCATA LA BOMBASTICA STOYA, LA PORNOSTAR PIÙ FICA E CELEBRATA DAI TEMPI (RECENTI) DI SASHA GREY, MA SE N’E’ ACCORTO SOLO DAGOSPIA. FIDANZATA CON IL PORNO-COLLEGA JAMES DEEN, PROTAGONISTA DEL FLOP-CULT “THE CANYONS”, È UN’ESPERTA DI SESSO ANALE E SCRIVE SUL “GUARDIAN”, MENTRE SU “VICE.COM” HA UNA RUBRICA IN CUI PARLA DI “METAFISICA DEL POMPINO” E ALTRE MERAVIGLIE. HA 26 ANNI, FUMA DUE PACCHETTI AL GIORNO, NON VUOLE RIFARSI LE TETTE INESISTENTI, ADORA IL PORNO E SA DI AVERE UNA DATA DI SCADENZA: “28 O 35 ANNI, O QUANDO SULLE MIE CHIAPPE APPARIRANNO RUGHE CHE NON SI POSSONO MOSTRARE IN ALTA DEFINIZIONE”. LEI E JAMES SONO DIVENTATI I BEYONCÉ E JAY-Z DEL PORNO, HANNO MILIONI DI FAN (“DEENAGERS” E “STOYANAUTI”) CHE VOGLIONO SOLO VEDERE LE LORO SCOPATE SELVAGGE.
(le titolazioni riportate sono di Dagospia.com – sopra e sotto)

femen

“FEMEN! FEMEN! LE ATTIVISTE ZINNUTE SBARCANO AL LIDO MA IL CORO SE LO FANNO DA SOLE. SONO A VENEZIA PER PRESENTARE “UKRAINE IS NOT A BROTHEL” (L’UCRAINA NON È UN BORDELLO), IL DOCUMENTARIO CHE RACCONTA IL MOVIMENTO NATO DALLA MENTE DI UNO UN PO’ SFIGATO CHE CERCAVA UNA SCUSA PER CIRCONDARSI DI BELLE FICHE BIONDE. E’ LA LORO CONSACRAZIONE O SONO ORMAI COME IL “MARZIANO A ROMA”? INVECE DI ESSERE PLACCATE DAI GENDARMI VATICANI O ARRESTATE DALLA POLIZIA RUSSA, STAVOLTA ERANO SUL RED CARPET CON UN PASS AL COLLO, MENTRE I FOTOGRAFI URLAVANO DI MOSTRARE LE TETTE (URLA CHE HANNO COPERTO GLI SLOGAN FEMMINISTI). VARIE E AVARIATE: SCAMARCIO CHE FLIRTA, HARRY POTTER KARAOKE, BARRIERE ANTI-IMBUCATI ALLA FESTA DI “CIAK”, E LA DELUSIONE DI UN FESTIVAL CON POCHE STAR. PASSATI CLOONEY E SCARLETT JOHANSSON, CI SI DEVE ACCONTENTARE DI MAL E ALAN SORRENTI”

La Chiesa del Prodigioso Spaghetto Volante fa proseliti anche in Italia. Un culto (satirico ma riconosciuto, demenziale al punto da non risultare blasfemo) inventato per giudicare la verità di un credo, il disagio di fronte al sacro e l’ansia crescente dei credenti (contro il creazionismo, perché scimmie siamo e resteremo)

La Chiesa del Prodigioso Spaghetto Volante fa proseliti anche in Italia. Un culto (satirico ma riconosciuto, demenziale al punto da non risultare blasfemo) inventato per giudicare la verità di un credo, il disagio di fronte al sacro e l’ansia crescente dei credenti (contro il creazionismo, perché scimmie siamo e resteremo)


La copertina del libro "Il testo sacro del Prodigioso Spaghetto Volante"

La copertina del libro “Il libro sacro del Prodigioso Spaghetto Volante” (2008)

Gli otto “Io preferirei davvero che tu evitassi”

  1. Io preferirei davvero che tu evitassi di comportarti come un asino bigotto “più-santo-di te” quando descrivi la mia spaghettosa bontà. Se qualcuno non crede in Me, pace, nessun problema! Dico davvero, non sono mica così vanitoso. E poi non stiamo parlando di loro, quindi non cambiare argomento!
  2. Io preferirei davvero che tu evitassi di usare la Mia esistenza come motivo per opprimere, sottomettere, punire, sventrare, e/o, lo sai, essere meschino con gli altri. Io non richiedo sacrifici, e la purezza è adatta all’acqua potabile, non alle persone.
  3. Io preferirei davvero che tu evitassi di giudicare le persone per come appaiono, o per come si vestono, o per come camminano, o comunque di giocare sporco, va bene? Ah, e ficcati questo nella tua testa dura: donna = persona. Uomo = persona. Tizio noioso = Tizio noioso. Nessuno è meglio di un altro, a meno che non stiamo parlando di moda e, mi spiace, ma ho dato questo dono alle donne e a qualche uomo che capisce la differenza fra magenta e fucsia… Read the rest of this entry

Anche alle donne piace il nudo (maschile)

Anche alle donne piace il nudo (maschile)


nudoIl cliché per cui le donne vogliono
un maschio che le faccia ridere,
e non un fantastico osso iliaco

Alle donne non interessa il corpo nudo: loro, si sa, vogliono un uomo che le faccia ridere. L’aspetto fisico non conta, le donne guardano dentro, usano la fantasia, hanno bisogno di una connessione emotiva. Gli uomini si sono adagiati per secoli su queste certezze, “le donne non sono visive”, aiutati anche da chi, alla domanda: qual è la prima cosa che guardi in un uomo, risponde: i polsi. Oppure: l’anima. Così, quando una giovane scrittrice bisognosa si è presentata a un colloquio di lavoro a Playgirl americano, e le hanno chiesto di scrivere le didascalie sotto le foto di un uomo muscoloso che corre nudo sopra una duna di sabbia, e poi tiene una lancia in mano, poi aggiusta, sempre nudo, un’automobile, infine se ne sta sdraiato sopra un trionfo di cuscini, la scrittrice ha pensato che nessuna donna potesse essere davvero attratta dall’immagine di un uomo che corre nella giungla con il segno dell’abbronzatura da perizoma, e che fosse soltanto un lavoro di scrittura comica, e per un pubblico di uomini gay. Poi è diventata caporedattore, come racconta sull’Atlantic, e ha capito che le donne, compresa lei che però preferisce il genere rockstar emaciata senza vestiti, a un certo punto vogliono occhieggiare uomini nudi.. Read the rest of this entry

SORCA ASSASSINA, CASI IN AUMENTO

SORCA ASSASSINA, CASI IN AUMENTO


SONO IN AUMENTO IN ITALIA, SOPRATTUTTO TRA I GIOVANI, I TUMORI DELLA FARINGE E DELLA CAVITÀ ORALE CAUSATI DAL VIRUS HPV TRASMESSO ATTRAVERSO RAPPORTI DI SESSO ORALE

orca

exSono in aumento in Italia, soprattutto tra i giovani, i tumori della faringe e della cavità orale causati dal virus Hpv trasmesso attraverso rapporti di sesso orale. A sottolinearlo, dopo che Michael Douglas ha dichiarato di essersi ammalato di cancro alla gola proprio a causa di questo tipo di rapporti sessuali, è il presidente della Società italiana di ginecologia (Sigo) Nicola Surico.

I tumori alla cavità orale in Italia contano 10-12mila casi nuovi l’anno: «Si stima – spiega Surico – che ben il 50% dei tumori dell’orofaringe siano attribuibili al virus Hpv trasmesso via sesso orale, così come il 15% dei tumori del cavo orale e il 21% di quelli alla laringe». Nei casi meno gravi, invece, il virus Hpv può causare la papillomatosi delle corde vocali, «una lesione precancerosa – spiega l’esperto – che si può curare tramite laser».

mareQuesto tipo di tumori, avverte il presidente dei ginecologi, «è in aumento soprattutto tra i giovani, e tra i maschi più che tra le donne. Ma un aumento di tali forme cancerogene legate al virus Hpv – aggiunge – si registra anche tra gli omosessuali, tra i quali sono in crescita i tumori retto-anali».

Il problema, sottolinea lo specialista, è che «in questi casi non è possibile fare prevenzione poiché il profilattico non è utilizzabile». L’unica soluzione per prevenire questo tipo di tumori, afferma, «sarebbe dunque quella di estendere la vaccinazione contro l’Hpv anche ai giovani maschi, mentre oggi è prevista solo per le ragazzine».

Altro consiglio, rivolto a chi pratica il sesso orale, rileva lo specialista, «è di sottoporsi periodicamente a un controllo dall’otorino, in modo da cogliere l’eventuale presenza di lesioni cancerose e precancerose alla laringe o al cavo orale quando sono ancora a uno stadio iniziale».

topaUn ruolo fondamentale lo gioca la corretta informazione. «In molti casi i ragazzi non conoscono i rischi cui vanno incontro con il sesso non protetto o con il sesso orale, e per questo sono necessarie campagne informative mirate. Con tale obiettivo – ha annunciato il presidente Sigo – partirà a breve una nostra campagna, in collaborazione con la Società di andrologia e il Ministero della Salute, per portare nelle scuole e negli ambulatori dei medici di base opuscoli informativi sulle malattie sessualmente trasmesse». (Corriere della Sera)

VEDOVA NERA / Il cunnilingus, oltre che fatale, può risultare letale

VEDOVA NERA, PERICOLO BIONDO / Il cunnilingus esasperato, oltre che fatale, può risultare letale

Presidenzialismo? Siria? Tasse? Macché. Nei bar e sul lavoro in queste ore si parla solo di “sesso e salute”, cioè di oralità e prevenzione

-> Si muore un po’ per poter vivere
DOUGLAS Il cunnilingus è la morte,
il cunnilingus è la vita (se è la causa,
è anche e soprattutto la cura). O no?

Presidenzialismo? Siria? Tasse? Macché. Nei bar e sul lavoro in queste ore si parla solo di “sesso e salute”, cioè di oralità e prevenzione

-> Si muore un po’ per poter vivere
DOUGLAS Il cunnilingus è la morte,
il cunnilingus è la vita (se è la causa,
è anche e soprattutto la cura). O no?


linguadouglas

Anche se il portavoce di Michael Douglas ha smentito che lui abbia mai dichiarato di avere avuto il cancro alla gola a causa del sesso orale (ma il Guardian ha trascritto l’audio di quell’intervista), l’accoppiata cunnilingus-morte si è diffusa in un baleno, tutti per un attimo hanno colpevolizzato Catherine-Zeta Jones, la moglie di Douglas, cui la malattia del marito ha causato una depressione (per senso di colpa?), e immaginato le mille e variegate avventure orali dell’uomo che è stato anche in una clinica per disintossicarsi dalla dipendenza dal sesso. Per un lungo momento Michael Douglas ha oscurato, in trasgressione, Liberace, lo showman che ha interpretato nel film presentato a Cannes, “Behind the Candelabra”…
Read the rest of this entry

TREMA LA REGGIO GODURIOSA!
Pre”venire” non è meglio che curare
Educational, M. Douglas ieri: “Il mio cancro alla gola causato da eccesso di cunnilingus”

TREMA LA REGGIO GODURIOSA!
Pre”venire” non è meglio che curare
Educational, M. Douglas ieri: “Il mio cancro alla gola causato da eccesso di cunnilingus”


A MALI ESTREMI, ESTREMI RIMEDI (Chi fa da sé non rischia nulla)

PREVENZIONE / A MALI ESTREMI, ESTREMI RIMEDI (Chi fa da sé non rischia nulla)

VIP: MICHAEL DOUGLAS, IL MIO CANCRO A GOLA CAUSATO DA SESSO ORALE
Londra, 2 giu. / “L’attore Michael Douglas ha confessato senza troppi imbarazzi che la causa del tumore alla gola contro cui ha combattuto per sei mesi non è stata il fumo o alcol ma il sesso orale praticato alle donne. In un’intervista al Guardian il premio Oscar per Wall Street, sotto terapia da agosto del 2010 a gennaio del 2011, ha spiegato che la sua “particolare forma di cancro era stata causata dall’Hpv (Virus del papilloma umano)”. E’ una malattia a trasmissione sessuale che Douglas, ha chiarito, di aver contratto “praticando il cunnilingus” (la stimolazione con la lingua e la bocca degli organi genitali femminili). Douglas è sposato dal 2000 con la collega Catherine Zeta Jones ma prima di conoscerla aveva avuto problemi di dipendenza sessuale” (AGI)

bianco e nero
arancia
sushi

C’E’ ANCHE UN LIBRO (BIOGRAFIA VULVARE) APPENA USCITO IN LIBRERIA
copertina wolfNaomi Wolf, autrice di “II mito della bellezza”, è oggi tra le voci più importanti del dibattito sull’identità di genere, iniziato negli ormai lontani anni Settanta e oggi vivo più che mai. In “Vagina” esplora il ruolo del desiderio femminile, analizzandone gli aspetti scientifici, culturali, politici e spirituali. Un problema di salute ha spinto l’autrice a intraprendere una ricerca profondamente personale sul rapporto tra sessualità e creatività, ricerca che l’ha condotta a scoprire – non senza un certo stupore – l’esistenza di un grande numero di studi scientifici che suggeriscono come la vagina non sia soltanto un organo sessuale, ma una “stazione” fondamentale di una complessa rete neurale, strettamente collegata con il cervello e, in quanto tale, con la coscienza stessa. La vita di tante artiste, scrittrici, poetesse, pittrici – da Christina Rossetti a George Eliot, da Edith Wharton a Emma Goldman e Georgia O’Keeffe – testimonia che a una relazione sessuale o a una storia d’amore particolarmente intensa si accompagna spesso una fase di rigogliosa fioritura intellettuale e creativa. La millenaria cultura orientale custodisce al suo interno tutta una serie di intuizioni che vanno in questa direzione. Nella poesia amorosa delle dinastie Han e Ming, la vagina è il “loto d’oro”, il “boschetto profumato”, la “porta del paradiso”, la “perla preziosa”.