Oltre il distretto… c’è un partito distratto, per alcuni distrutto. Idee per un futuro-bromuro “impassibile”

Oltre il distretto… c’è un partito distratto, per alcuni distrutto. Idee per un futuro-bromuro “impassibile”


Per far dimenticare agli industriali reggiano-modenesi le drastiche misure anti-crisi volute dal governo Monti e votate senza batter ciglio dal centrosinistrato, ma soprattutto per arginare il calo dei consensi del partito e l’aumento del prezzo della birra provocato da Bersani, il Pd locale (un po’ para-quorum e un po’ paraculo) prova a mostrarsi vicino all’imprenditoria ceramica confezionando per oggi a Sassuolo un convegno a misura di voto… e di gonzi.

Nessun relatore di centro o di destra, nessun membro (virile o barzotto) del Governo, nessuna voce altra: o così o Pomì.

Una landa desolata, una blanda passerella di sindaci e amministratori monomarca, coalizione autunno-inferno, con la pretesa di sfornare “ipotesi di un futuro possibile” (semmai passibile: di pernacchia).

Una sfilata di belle cravatte e di belle parole, e poi? Cosa mai uscirà da cotanti scappellamenti a cilindro, ovvero da un così pensoso e mira-colloso cenacolo in vernacolo? Ah, saperlo…

Special-guest della giornata è un nipote eccellente, alias Enrico, figura di Letta e di governo: insomma, uno della Casta Crociere.

Più che un seminario sulla crisi sembra un seminario frequentato da politici in crisi: in crisi da vocazione, la vocazione al comando. (Da “ReggioSpia” del 25/2, scritta il 22)

HANNO VOLUTO LA BICICLETTA... MA MOLTI DI LORO NON SANNO PEDALARE!

 

Gran parte dei rappresentanti del mondo delle istituzioni di Modena e Reggio Emilia, della Regione, del mondo economico e sindacale delle due province sarà presente sabato 25 febbraio a Sassuolo, dove il vicesegretario Pd Enrico Letta chiuderà i lavori del convegno “Oltre il distretto, ipotesi di un futuro possibile”.

L’appuntamento è all’Aula magna dell’Istituto Don Magnani di piazza Falcone e Borsellino. Tra gli interventi previsti anche quelli di Franco Mosconi, docente di Economia industriale dell’Università di Parma, Franco Manfredini, presidente di Confindustria Ceramica e Pietro Cassani, presidente di Acimac. Presenti i rappresentanti di Provincia e Comuni di Modena e Reggio Emilia.

Ad aprire i lavori del convegno sarà, alle 9.30, il segretario Pd di Sassuolo Sonia Pistoni. A seguire sono previsti gli interventi di Gregorio Schenetti, coordinatore del Forum distrettuale Economia e Lavoro Pd, Parma Costi, responsabile Forum provinciale Economia e Lavoro Pd, Franco Mosconi, docente di Economia industriale dell’Università di Parma, Franco Manfredini, presidente di Confindustria Ceramica e Pietro Cassani, presidente Acimac. Ognuno di loro porterà le proprie riflessioni dal punto di vista dell’osservatorio che rappresenta. 

Tra i sindaci ci saranno Claudio Pistoni di Fiorano Modenese, Andrea Rossi di Casalgrande, Franco Richeldi di Formigine, Alessio Mammi di Scandiano, Lucia Bursi di Maranello, Mauro Fantini di Prignano sulla Secchia e il vice-sindaco di Rubiera Emanuele Cavallaro. Saranno presenti, inoltre, i presidenti della Provincia di Modena Emilio Sabattini e della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini, insieme ad Egidio Pagani, assessore della Provincia di Modena e Pierluigi Saccardi, vice-presidente della Provincia di Reggio Emilia.

Parteciperanno ai lavori, in rappresentanza della Regione Emilia-Romagna, il presidente dell’Assemblea legislativa Matteo Richetti, l’assessore alle attività produttive Gian Carlo Muzzarelli e il consigliere regionale Giuseppe Pagani. Infine i vertici provinciali e regionali del Partito Democratico: hanno confermato la loro presenza, infatti, anche Stefano Bonaccini, segretario Pd dell’Emilia Romagna, e i segretari provinciali di Modena Davide Baruffi e di Reggio Emilia Roberto Ferrari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>