Monthly Archives: luglio 2011

Tre letture Socrate e Gesù pari sono? Micromega e “l’invenzione del Dio cristiano” Smontato il caso della Sindone dei Templari

Tre letture Socrate e Gesù pari sono? Micromega e “l’invenzione del Dio cristiano” Smontato il caso della Sindone dei Templari


L’intrigante, incessante e a volte aspra disputa cristologica: una nuova stagione di misteri risolti e scoperte irrisolte, vangeli che divergono e poteri che convergono. Solo un uomo? Read the rest of this entry

Liga 2.0 / Woodstock? No: Disneyland

Liga 2.0 / Woodstock? No: Disneyland


Campovolo, due settimane dopo: ciò ch’è vivo e ciò ch’è morto della mise-en-scène

FIGLI DI UN DO MINORE. Pop o rock? Di sicuro c’è l’imitatio Memphis. Il campovolo come Graceland, luogo (senti)mentale di ridondante ma soave stereotipia stereofonica. Un po’ museo e un po’ mausoleo dei grandi vecchi, quelli intramontabili, i dinosauri in via di “distinzione e distrazione” nel grande circo del rock, quelli che resteranno nella bibbia del costume, in questo caso nella biografia di una nazione che sembra l’autobiografia di una canzone. Di più: una vera Disneyland, tra palco e iper-realtà, canto e lealtà, fumetto a stelle e strisce o caricatura a salve pronta a esplodere in applauso registrato. Read the rest of this entry

Dopo le province aboliamo i partiti

Dopo le province aboliamo i partiti


30° / Luglio 1981: ecco come Berlinguer definiva i partiti

«I partiti sono macchine di potere e di clientela… scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente… ideali pochi, sentimenti e passione civile zero… gestiscono interessi, spesso anche loschi, e non sono più organizzatori del popolo… sono federazioni di camarille, con un boss e dei sotto-boss» I partiti fanno l’interesse di chi vi fa parte

E i letterati Tq? (T sta per tartufi?)

E i letterati Tq? (T sta per tartufi?)


Per uno scrittore, ci sono due forme serie di “impegno”. Primo, schivare populismo e dandysmo, ricordando che senza un rigore stilistico capace di aderire castamente al proprio oggetto si dicono cose false. Secondo, riflettere sulla falsa coscienza che il suo lavoro, come ogni attività sociale, inevitabilmente comporta. Chi stende arringhe su mafia, guerra o corruzione, ma non ci spiega qual è il suo posto e la sua parte di responsabilità nel mondo; chi finge che la Parola se ne giri “povera e sola”, e non ci lascia capire come lo condizionino i media che usa – costui è un tartufo. Ne siamo circondati. Read the rest of this entry

Bollani domenica a Scandiano e Danilo Rea il 4 agosto in piazza Fontanesi. Intanto la Artoni s’è fatta un giornale on-line nazionale: si chiama Linkiesta, ha due redazioni (Milano e Roma), scrive cose libere e sensate e tra i soci c’è anche il leader degli industriali reggiani Landi

Bollani domenica a Scandiano e Danilo Rea il 4 agosto in piazza Fontanesi. Intanto la Artoni s’è fatta un giornale on-line nazionale: si chiama Linkiesta, ha due redazioni (Milano e Roma), scrive cose libere e sensate e tra i soci c’è anche il leader degli industriali reggiani Landi


L’imprenditrice Anna Maria si è fatta promotrice della prima società editoriale italiana ad azionariato diffuso (una Spa: 80 i soci e nessuno può detenere più del 5% del capitale)

Linea d’ombra / In memoria di un grande uomo, prof. di Diritto e maestro d’ironia. Lui, noi e il Gobetti

Linea d’ombra / In memoria di un grande uomo, prof. di Diritto e maestro d’ironia. Lui, noi e il Gobetti


Mani sempre roteanti, elegante gestualità dialettica, forza mimica e presenza scenica, libertà di dire e rarità di timbro, occhi accesi e beltà di tempra. E poi sensibilità d’animo, generosità di spirito. Lui lì, tra la Lucenti e la Montorsi, la Barbieri e la Badìa, dattilo e steno, ginnastica e religione… Ferretti e Brai. Pupillo delle prof. della sua sezione (istrione naturale e irresistibilmente, nobilmente cicisbeo per la suprema gioia di chi aveva accanto): insostituibile dio e inseparabile da loro, galletto-chioccia tanto interpellato quanto coccolato dalle colleghe, amico maschio e dunque confidente uomo in quel candido e donnuto harem che era la stanza aperta in cui si ritrovavano questa e quella insegnante supplente o di ruolo, ma anche nume tutelare di questo o di quell’altro insegnante durante le “ore buche”, giacché Lanzi era un leader bipartisan ma anche unisexRead the rest of this entry

Casalgrande, Rossi al settimo cielo: oggi compie gli anni la sua amata fidanzata Pocahontas e domani inizia la festa Pd al Parco Secchia (anche detta Moltountas per il gran uso di olio di semi in cucina…). Tuttavia permetteteci di levarci un sassolino dalla scarpa bucata, cioè di segnalare il reiterato (innocente?) boicottaggio politico nei nostri umili confronti… Lettera aperta a un sindaco che però ci ama Guarda il programma dettagliato della festa E c’è chi protesta: “Basta con le cover-band!”

Casalgrande, Rossi al settimo cielo: oggi compie gli anni la sua amata fidanzata Pocahontas e domani inizia la festa Pd al Parco Secchia (anche detta Moltountas per il gran uso di olio di semi in cucina…). Tuttavia permetteteci di levarci un sassolino dalla scarpa bucata, cioè di segnalare il reiterato (innocente?) boicottaggio politico nei nostri umili confronti… Lettera aperta a un sindaco che però ci ama Guarda il programma dettagliato della festa E c’è chi protesta: “Basta con le cover-band!”


Read the rest of this entry